Regime dei minimi

conti digitali
La contabilità semplice per tutti


Regime dei minimi

Il regime dei minimi come noi lo abbiamo conosciuto fino al 2011, 20% di tassazione, niente studi di settore, niente iva e requisiti di accesso piuttosto rilassati, come probabilmente saprete non esiste più.
A partire dal 2012 è iniziata l'era di quelli che molti definiscono super minimi. Si tratta di un'agevolazione alle nuove imprese che dura almeno per i primi cinque anni.
Entrando in questo regime si hanno i seguenti vantaggi:
  • la tassazione al 5% (a cui devono aggiungersi solo gli eventuali contributi inps);
  • nessuna ritenuta d'acconto sui compensi ricevuti
  • esclusione dagli studi di settore
  • niente iva sulle fatture di vendita.
La durata del regime è fissata in massimo 5 anni o fino all'anno in cui si raggiungono i 35 anni di età. Un venticinquenne potrà quindi restare nel regime per 11 anni, mentre un quarantenne dovrà limitarsi a 5 anni. 
Per entrare nel regime sono necessari alcuni requisiti come ad esempio il fatto che 
il soggetto non deve aver esercitato, nei tre anni precedenti l'apertura della partita iva da minimo, un'altra attività artistica, professionale o di impresa anche in forma associata e familiare oppure che l'attività non deve essere la continuazione di un lavoro dipendente o autonomo. 
Anche per restare nei minimi è necessario rispettare determinati limiti e condizioni:
  • i ricavi o compensi non devono superare annualmente la somma di 30.000 euro;
  • nessun dipendente;
  • niente esportazioni; 
  • nessun associato in partecipazione.
Se vuoi maggiori informazioni o vuoi semplicemente verificare la possibilità di aprire partita iva nei minimi non esitare a contattarci.
Siamo specializzati nella gestione dei contribuenti minimi.